Categoria: Perchè dobbiamo difendere la privacy?

Cos’è la privacy, perchè dobbiamo tutelarla

La Privacy, in italiano “la riservatezza” è un diritto fondamentale tutelato dal Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 20 giugno 2003, n. 196).
“Ogni individuo ha il diritto alla libertà di comportamento e di tutela della propria dignità”

Tale diritto viene ricordato anche della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea che all’ Art. 1 recita: ” La dignità umana è inviolabile. Essa deve essere rispettata e tutelata” e all’art 8 c.1 “Ogni individuo ha diritto alla protezione dei dati di carattere personale che lo riguardano”.

La normativa sulla Privacy (o legge sulla tutela dei dati personali) deve essere osservata ogni volta che si “tratta” un dato personale altrui, ossia ogni volta che uno o più dati a noi forniti permettono l’individuazione della persona interessata (dai anagrafici, voce, immagini, comportamenti, impronte digitali ecc.).
Ogni “interessato”, ossia la persona fisica alla quale si riferiscono i dati personali, ha tre diritti fondamentali nei confronti del “Titolare del trattamento”  (tipicamente l’azienda o il suo titolare) :

Diritto di accedere ai propri dati personali
E’ possibile richiedere ad un soggetto (persona fisica, impresa, associazione, partito, ecc.) di fornire informazioni sull’eventuale trattamento dei propri dati personali, oltre che ottenere la messa a disposizione di tutte le informazioni personali detenute dal titolare del trattamento.

  • In particolare, è possibile chiedere di sapere
    a) quale sia l’origine dei dati personali trattati
    b) le finalità e le modalità del trattamento
    c) se i dati personali sono trattati con strumenti elettronici e qual è la logica applicata a tale trattamento
    d) gli estremi identificativi di chi tratta i dati (titolare, responsabile, rappresentante designato nel territorio dello Stato italiano)
    e) i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
  • L’esercizio del diritto
    – non è subordinato ad alcuna motivazione particolare
    – è, di regola, gratuito

Diritto all’aggiornamento, alla rettificazione o alla cancellazione dei dati personali

E’ possibile richiedere che i propri dati personali siano:

a) aggiornati, rettificati o (qualora la persona rappresenti uno specifico interesse) integrati;
b) bloccati, cancellati o trasformati in forma anonima, se:
– il trattamento non viene effettuato secondo le regole stabilite dalla legge
– non è più necessaria la loro conservazione.

Nota: delle operazioni di aggiornamento, rettifica o cancellazione dei dati devono essere informati tutti coloro cui eventualmente sono stati comunicati o diffusi i dati personali, a meno che tale adempimento si riveli impossibile da realizzare o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

Diritto di opposizione
E’ possibile opporsi al trattamento dei propri dati personali:

a) per motivi legittimi;
b) (senza necessità di motivare l’opposizione) quando i dati sono trattati per finalità commerciali o di marketing.

Nota: Dal 1° febbraio 2011 gli abbonati, i cui nominativi e numeri siano pubblicati negli elenchi telefonici e che non desiderino ricevere telefonate pubblicitarie con operatore, devono iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni (articolo 130, commi 3-bis e seguenti del Codice in materia di protezione dei dati personali).
fonte: www.garanteprivacy.it